Archivi tag: #osteopata

Colui che esegue la seduta di osteopatia

cruralgia

La cruralgia è un dolore che si irradia lungo la faccia anteriore e/o interna della coscia, ossia lungo il decorso del nervo crurale.
 
Questo disturbo può derivare da errate abitudini posturali, sovrappeso e vita sedentaria.
 
I sintomi caratteristici della cruralgia sono:
✔️ dolore alla coscia (anteriormente, cioè davanti, e/o internamente);
✔️ sensazioni d’intorpidimento, bruciore e debolezza,
formicolio.
 
La sintomatologia insorge in maniera graduale o improvvisa, soprattutto se in seguito a uno sforzo, e in un primo momento viene compromessa la sola funzione sensitiva del nervo. Si ha quindi la comparsa di dolore e di parestesie (alterazioni della sensibilità). Solo nelle fasi più avanzate si può arrivare all’interessamento della funzione motoria con deficit di forza (debolezza della gamba).
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di cruralgia, in quanto attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si tende a sfiammare il nervo crurale in modo da eliminare il dolore e recuperare la corretta mobilita.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la cruralgia presso il suo studio in:
📍C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "CRURALGIA Studio Osteopatico Gagliardi"
 
 
 

PROTRUSIONE DISCALE

Per protrusione discale si intende un ingrossamento di uno o più dischi intervertebrali che, dilatandosi, possono andare a comprimere le radici nervose in uscita dal midollo spinale.
 
I sintomi più comuni di questo disturbo sono:
✅ dolore;
✅ formicolio e senso d’intorpidimento (riflesso anche agli arti);
✅ debolezza muscolare.
 
Le cause che vanno a determinare una protrusione discale riguardano principalmente:
✔️ una scorretta postura prolungata nel tempo, che causa una contrattura estesa dei muscoli;
✔️ invecchiamento: con il trascorrere dell’età si va incontro a una degenerazione dell’anello fibrocartilagineo del disco intervertebrale e quindi un’aumentata incidenza di protrusione;
✔️ incidenti (in automobile si rischia il cosiddetto “colpo di frusta”) e cadute, che possono determinare fratture dei corpi vertebrali e modifiche strutturali dei dischi intervertebrali.
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di protrusione discale in quanto, attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si va a ristabilire l’equilibrio muscolo-scheletrico e a rafforzare alcuni muscoli del bacino e della schiena, in modo da eliminare il dolore e recuperare la corretta mobilità.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la protrusione discale presso il suo studio in:
📍 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
 
 
 
 
 

L’OPERATORE CHE APPLICA LA L’OSTEOPATIA BIODINAMICA RIPORTA IN SUPERFICIE LA SALUTE

Le ossa del cranio sono intimamente collegate all’osso sacro tramite le membrane intracraniche e intravertebrali, dette meningi.
 
Appoggiando le mani sulla testa della persona, l’osteopata ascolta il movimento intrinseco delle ossa craniche e ne valuta la mobilità.
 
L’attenzione viene orientata sia verso la sensazione di movimento generale di tutto il cranio, in particolare con la variazione dei diametri antero-posteriore e latero-laterale, sia verso la percezione del movimento delle singole ossa.
 
L’operatore percependo attraverso le proprie mani queste fluttuazioni, riesce a individuare le tensioni che possono essere causa di svariati disturbi.
 
Dopodiché mediante tocchi molto leggeri, quasi impercettibili riesce a eliminare i blocchi tensivi riportando in superficie la salute.
 
 
 

SENTIRE E PERCEPIRE ..

Sentire e percepire …
Questo riesce a fare l’operatore che applica l’osteopatia biodinamica, appoggiando delicatamente le sue mani sul cranio della persona che riceve il trattamento.

L’Osteopata Biodinamico stimola con le sue mani la forza vitale

All’interno dell’organismo sono già presenti tutte le sostanze ed i processi chimici in grado di risolvere il problema che si presenta nel momento.
Talvolta per un disequilibrio a livello fisico, emotivo, energetico non si riesce ad avere le risorse per attivare questi meccanismi e si manifestano sintomi di varia natura. L’osteopata biodinamico usa le sue mani come strumento per trovare il processo terapeutico in grado di stimolare dolcemente la forza vitale dell’organismo che così può reagire ad uno schema patologico generale o locale.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA METTE IN RISALTO LA NOSTRA SALUTE

La biodinamica mette in risalto la salute che è presente all’interno dell’organismo umano.
L’osteopata, sostiene l’organismo nel ricreare una continuità della comunicazione all’interno del sistema del paziente, accompagnandolo verso uno “stato di Neutro”, consentendo alle forze auto regolatrici intrinseche al corpo di fare il resto, eliminando le lesioni o trasformandole in qualcosa di meno dispendioso per il sistema.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA RIPRISTINA IL PROSPETTO EMBRIONARIO

Nello specifico dell’osteopatia biodinamica si tende al ripristino del prospetto embrionario così come esso fu programmato per quel determinato soggetto. Si offre, in sostanza, la possibilità di “riavvolgere il nastro” per consentire alle memorie preconfigurate di riemergere  attingendo nuovamente e liberamente alla sorgente“Soffio di vita”. Da ciò deriva un’espansione dello stesso concetto di Respirazione primaria.