Archivi tag: #modalitàdiapplicazione

modalità di applicazione dell’osteopatia biodinamica

MODALITÀ DI APPLICAZIONE DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’osteopatia biodinamica è utile per sciatalgia, cefalea, lombalgia, torcicollo, cervicale, pubalgia, vertigini, esofagiti da reflusso e molto altro.

I trattamenti vengono effettuati una volta a settimana per un totale di tre settimane.

Trascorsi dai quindici giorni ad un mese dalla loro conclusione si esegue un controllo al fine di appurare che non si siano verificate ricadute.

📲🖲 Per appuntamenti chiamare il Dott. Gianluca Gagliardi al 3395613188 o inviare un messaggio qui in chat.

#OsteopatiaBiodinamica #modalitàtrattamento #StudiOsteopaticoGagliardi 

COME VIENE APPLICATA L’OSTEOPATA BIODINAMICA

L’operatore che applica l’osteopatia biodinamica resta quasi immobile per un po’ con le mani appoggiate sulla testa, sulle spalle, le caviglie o in qualunque altra parte del corpo. 💆

Sembra quasi che non faccia nulla di visibile, ma infonde comunque al paziente una sensazione di rilassamento profondo.

Il Dottor William Garner Sutherland diretto allievo di Andrew Taylor Still padre dell’osteopatia, re­alizzò che il movimento delle ossa craniali è indissolubilmente connesso al movimento ritmico di tessuti e fluidi al centro del corpo, quali il liquido cefalorachidiano, il sistema nervoso centrale, le membrane che circondano e suddividono il sistema nervoso centrale, le ossa del cranio e l’osso sacro.

L’osteopata biodinamico, impara a percepire questo impulso ritmico chiamato “Respirazione Primaria” che rappresenta il potenziale della Salute.

La Salute quindi, è sempre presente, solo a volte si adatta agli squilibri del sistema corporeo fuoriuscendo dalla fisiologia e scatenando la “malattia”.

L’approccio biodinamico in osteopatia favorisce un processo di riequilibrio profondo permettendo alla Salute di riemergere.

#OsteopatiaBiodinamica #trattamento #riemergeredellaSalute #StudiOsteopaticoGagliardi 

 

MODALITÀ DI APPLICAZIONE DELL’OSTEOPATIA biodinamica

Le sedute di osteopatia biodinamica vengono effettuate una volta a settimana per un totale di tre settimane.

Trascorsi quindici giorni, massimo un mese viene eseguito un trattamento di controllo al fine di verificare che non ci siano state ricadute.

#OsteopatiaBiodinamica #sedute #StudiOsteopaticoGagliardi

COME MAI L’OSTEOPATA APPOGGIA LE MANI SULLA TESTA

Sai perchè durante una seduta di osteopatia biodinamica l’operatore appoggia le mani sulla testa? 

Le articolazioni tra le varie ossa del cranio, le suture, hanno la possibilità di muoversi.

Il movimento cranico è stato denominato nel suo complesso Meccanismo di Respirazione Primaria (MRP).

Appoggiando le mani sulla testa del paziente, l’osteopata ascolta il movimento intrinseco delle ossa del cranio e valuta la mobilità delle singole ossa in relazione con le altre.

L’attenzione viene orientata sia verso la sensazione di movimento generale di tutto il cranio, in particolare con la variazione dei diametri antero-posteriore e latero-laterale, sia verso la percezione del movimento delle singole ossa.

Tensioni muscolari, alterazioni posturali, traumi, complicazioni durante la gravidanza o il parto sono fenomeni che possono alterare questo fine meccanismo.

Dopo aver attentamente valutato il meccanismo respiratorio primario, è possibile intervenire nel caso si riscontrasse una alterazione di mobilità di queste strutture che partecipano al movimento.

In questo caso le mani poste sulla testa non svolgeranno solamente la funzione di ascolto ma saranno volte alla correzione della disfunzione trovata mediante delle tecniche mirate.

#OsteopatiaBiodinamica  #StudiOsteopaticoGagliardi 

MODALITÀ DI APPLICAZIONE DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA

I trattamenti di osteopatia biodinamica sono utili per svariati disturbi, ernia del disco, cervicale, nevralgie, pubalgie, torcicollo e molto altro.

Capiamo la loro modalità di applicazione 👎

📲 Per fissare appuntamenti chiamare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188.

L’ESSENZA DELLA PRATICA OSTEOPATICA BIODINAMICA

L’essenza della pratica osteopatica biodinamica è l’arte dell’ascolto intelligente ed intuitivo attraverso il tocco leggero dell’operatore, che comprende allo stesso modo le mani, la mente e il cuore. L’operatore impara a sentire il corpo e la disfunzione dal cuore che, facendo da leva, consente alle disfunzioni di riflettersi nel tocco.

L’operatore biodinamico, portandosi in uno stato interiore di quiete dinamica, educa i propri sensi, in particolare quello tattile, per condursi dentro la struttura del corpo che gode di una propria intelligenza e memoria.  Attraverso il contatto osteopatico biodinamico si ascolta che cosa ha il corpo da comunicare, si ascolta l’opinione del corpo, non quella della mente. Sono i tessuti, attraverso il contatto consapevole, che dal profondo del loro interno permettono alle mani dell’operatore la lettura della loro storia. Le mani sono come delle antenne capaci di “dialogare” con i tessuti e con le emozioni. L’operatore biodinamico pone le sue mani gentilmente sul corpo ed attende che si mostrino le aree di restrizione o tensione. Si seguono le più piccole pulsazioni e i più lievi movimenti che si manifestano nel sistema Craniosacrale fino a che i punti di resistenza vengano rilasciati. Si facilita il ritorno dei tessuti all’equilibrio, aiutando il ricevente a ristabilire la propria naturale funzionalità nelle aree affette del corpo. La Biodinamica è guidata, quindi, dalla saggezza intrinseca del corpo del cliente che dirige il ritmo del lavoro, garantendo così il più ampio rispetto dei tempi di elaborazione del trauma.

DIFFERENZE TRA OSTEOPATIA E FISIOTERAPIA

DIFFERENZE TRA OSTEOPATIA E FISIOTERAPIA
L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, ect..) non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).
L’osteopatia, in special modo con tecnica biodinamica applicata attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore risulta utile per vari disturbi, e può eseguirsi proprio per le sue caratteristiche su pazienti di ogni età, dai neonati agli anziani.
La Fisioterapia, oltre che di esercizi posturali, si avvale anche di macchinari, tipo ultrasuoni o ionoforesi, per arrivare sostanzialmente al semplice ripristino della zona che presenta la sintomatologia, non agendo sulle cause che la provocano.
Le principali differenze tra Osteopatia e Fisioterapia sono: L’Osteopatia mira a cercare la/le cause alla base del disturbo, anche se le stesse non si trovano nel “distretto” interessato, ad es. una lombalgia causata da un problema di caviglia o viscerale, mentre la fisioterapia ha generalmente un approccio più “locale” nei confronti della zona dolente/patologia.
Oggettivamente alcune tecniche osteopatiche sono più potenti di quelle fisioterapiche ed infatti per raggiungere i risultati sono necessarie meno sedute, 3/4/5 un ciclo osteopatico, almeno 10 quello fisioterapico.
Generalmente l’approccio fisioterapico è muscolare, fasciale, tissutale, articolare, ma non include tecniche sui VISCERI, sul CRANIO, sull’ATM ed è di solito molto meno “specifico”.
#OsteopatiaBiodinamica #Osteopatia #Fisioterapia #differenze #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

COME VIENE APPLICATA L’OSTEOPATIA BIODINAMICA DA PARTE DELL’OPERATORE

L’operatore di osteopatia dinamica innanzitutto valuta i movimenti dei tessuti e dei fluidi corporei, appoggiando delicatamente le mani principalmente su cranio, sacro, colonna, caviglie, ventre, e successivamente, attraverso appropriati protocolli di trattamento, cerca di ristabilire un riequilibrio, favorendo le funzioni della linfa, dei liquidi intra ed extra cellulari e ancora cefalo-rachidiani.

IN CHE MODO VENGONO EFFETTUATI I TRATTAMENTI DI OSTEOPATIA BIODINAMICA E QUALI SONO I COSTI

I trattamenti di osteopatia biodinamica vengono effettuati per svariati disturbi in genere una volta a settimana, per un totale di tre massimo cinque sedute, al costo di 60 € ciascuna, iva esclusa.
Dopo quindici giorni massimo un mese dalla conclusione delle stesse, viene eseguito un controllo al fine di appurare che non si siano verificate ricadute, anch’esso al costo di 60 € iva esclusa.
#OsteopatiaBiodinamica #trattamenti #StudioOsteopaticoGagliardi

LA PALPAZIONE DELICATA DELL’OSTEOPATA BIODINAMICO

Curare vuol dire palpare, ossia tastare con la mano il corpo malato, con attenzione e sensibilità , in modo da percepire le tensioni e gli indurimenti definiti dolore, che forse confermano o correggono la localizzazione soggettiva effettuata dal paziente.
#OsteopatiaBiodinamica #palpare #tastare #mano#corpo #attenzione #sensibilità #StudioOsteopaticoGagliardi