Archivi tag: #chiropratica

Terapia manuale che interviene sulle articolazioni.

DIFFERENZE TRA OSTEOPATIA BIODINAMICA E CHIROPRATICA

Molto spesso l’osteopatia viene confusa con la chiropratica, ma questi due tipi di terapie pur essendo molto simili hanno delle evidenti differenziazioni, vediamo meglio quali.

L’osteopatia, è una pratica che utilizza un approccio globale, non si limita a curare solo il sintomo ma risale fino alla causa da cui esso dipende.

Specificatamente il trattamento osteopatico con approccio biodinamico attraverso una leggera palpazione da parte dell’operatore ristabilisce gli squilibri corporei, favorendo il processo di autoguarigione dell’organismo e quindi il riemergere della Salute.

Nel caso della chiropratica si riconducono i problemi strutturali del corpo a squilibri tra articolazioni e nervi e in particolare quelli che implicano la colonna spinale, che sono in grado di generare disfunzioni nel nostro complesso corporeo, specialmente quelli inerenti al sistema nervoso centrale e periferico.

Punto fondamentale di questa disciplina è la concezione secondo la quale il giusto funzionamento della colonna è in grado di condurre il corpo all’autoguarigione.

Le principali differenze tra l’osteopatia biodinamica e la chiropratica possono riassumersi nelle seguenti:

☑️ Il trattamento osteopatico biodinamico favorisce il processo di autoguarigione lavorando sulle disfunzioni dell’intero organismo.
☑️ La chiropratica si concentra sui disturbi che riguardano la colonna vertebrale e ripristinando la sua corretta funzionalità fa riemergere la Salute.
☑️ L’osteopatia biodinamica viene applicata attraverso un tocco molto delicato dell’operatore.
☑️ Nell’applicare la chiropratica l’operatore esegue una manovra manipolativa chiamata di aggiustamento, con conseguente riassestamento del meccanismo colonna vertebrale.

#OsteopatiaBiodinamica #Chiropratica #trattamenti #differenze #StudiOsteopaticoGagliardi

DIFFERENZA TRA OSTEOPATIA E CHIROPRATICA

Allo stesso modo della chiropratica, l’osteopatia stimola la naturale capacità di recupero del fisico. Ma a differenza di questa, non interviene sulle ossa bensì sulle articolazioni, allo scopo di ri-ottimizzare i processi fisiologici e fisici dell’individuo.