Archivi categoria: disfunzioni

i benefici che può apportare l’osteopatia biodinamica ad ogni tipo di disfunzione

OSTEOPATIA BIODINAMICA E FASCICOLAZIONE MUSCOLARE

Per fascicolazione muscolare si intende il movimento involontario e incontrollato di un piccolo segmento di muscoli. La contrazione può essere notata sotto la pelle e coinvolge alcune fibre muscolari individuali.
 
I muscoli inclini a fascicolazioni sono le braccia, il pollice, il polpaccio, la coscia ma anche le palpebre. Questi piccoli spasmi possono essere correlati a stanchezza, stress o ansia (cioè la cosiddetta “sindrome da fascicolazione muscolare benigna”), nonché a sostanze esogene che includono: caffeina, pseudoefedrina, salbutamolo.
 
In alcuni casi, le fascicolazioni sono attribuibili a bassi livelli di magnesio o altre carenze nutrizionali. Le associazioni più rare sono la neuropatia delle piccole fibre o la neuropatia da glutine.
 
Esse possono anche essere associate a malattie neurologiche più gravi, tra cui: poliomielite, SLA, SM (sclerosi multipla e miopatia (malattia muscolare), e sono solo un segno in una costellazione di problemi muscolari più gravi, tra cui debolezza e atrofia (deperimento muscolare).
 
L’osteopatia biodinamica in genere risulta utile per il trattamento di questo tipo di disturbo; va comunque valutato caso per caso effettuando una corretta anamnesi per capire la causa da cui esso deriva.
 
Dopo aver individuato l’origine del problema, l’operatore attraverso dei tocchi molto delicati favorisce il rilassamento muscolare così da far diminuire le contrazioni fino alla totale scomparsa.
 
📲📩 Per fissare un appuntamento chimare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188.
 
#OsteopatiaBiodinamica #fascicolazionemuscolare #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi
 

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA NEVRALGIA DEL TRIGEMINO

La Nevralgia del trigemino è una sindrome cronica, un disordine neuropatico che si manifesta con crisi di dolore lancinante nelle aree del volto innervate dal quinto nervo cranico: fronte e occhio, mandibola fino al mento o alla parte superiore della guancia.

L’osteopatia biodinamica risulta utile nel trattamento di questa patologia, in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, si tende a decomprimere la base cranica e a ripristinare una corretta dinamica cranio sacrale, fattori fondamentali e decisivi per la risoluzione di questo tipo di problema.

📲📩 Per appuntamento chiamare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188.

#OsteopatiaBiodinamica #nevralgiadeltrigemino #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi  

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LE VERTIGINI

Le vertigini possono manifestarsi in maniera diversa in soggetti differenti.

Alcuni individui potranno avvertire una fugace sensazione di svenimento, mentre altri un’intensa sensazione di rotazione (la vera e propria vertigine) perdurante nel tempo.

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di vertigine, in quanto, attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende anzitutto a trattare la causa da cui essa dipende, e consenseguentemente a ridurre lo stato tensivo di quei muscoli che contribuiscono a creare lo stato vertiginoso.

📲 Per appuntamenti chiamare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188 

#OsteopatiaBiodinamica #vertigini #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi 

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA DIFFICOLTÀ DI SUZIONE

Alcune disfunzioni meccaniche della mandibola, della lingua o della colonna cervicale possono impedire al neonato una suzione efficace o renderla dolorosa per la mamma.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per questa disfunzione in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, si tende a ripristinare un corretto movimento della bocca così da favorire una buona suzione.
📲Per appuntamenti chiamare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188 
#OsteopatiaBiodinamica #suzione #difficoltadisuzione #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi

ACUFENE E OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’acufene è un rumore interno all’orecchio di vario genere: ronzio, sibilo, scampanellio o altro.

La connessione dell’orecchio medio con l’articolazione temporo – mandibolare, può fare in modo che una disfunzione della stessa possa essere considerata una causa ricorrente, in quanto potrebbe provocare o peggiorare la sintomatologia.

Per questo nel trattamento di una situazione così complessa, l’operatore che applica l’osteopatia biodinamica dovrà considerare anche la situazione odontoiatrica del paziente e quindi lavorare in stretta sinergia con l’ortodontista per cercare di ottenere la risoluzione del problema o comunque dei miglioramenti.

CERVICOBRACHIALGIA

La cervicobrachialgia, nasce come complicazione di un problema alla cervicale.
Dal rachide cervicale, che costituisce le prime 7 vertebre della colonna vertebrale, partono i nervi spinali del plesso branchiale, che si protendono fino alle dita, per questo motivo il dolore al braccio può facilmente essere collegato a patologie connesse alla cervicalgia.
L’osteopatia biodinamica si rivela un metodo efficace e utilissimo nel trattamento della cervicobrachialgia, correggendo le disfunzioni che, sono spesso all’origine di questi dolori.
Tali disfunzioni possono essere generate anche da traumi, l’operatore biodinamico controlla il tratto cervicale e interviene trattando le disfunzioni vertebrali attraverso palpazioni molto delicate, puntando a rimuoverne le cause.
📲 per appuntamento contattare il Dott. Gianluca Gagliardi al 339.5613188
#OsteopatiaBiodinamica #cervicobrachialgia #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi

Brachicefalia e osteopatia biodinamica

Un’altra anomalia di forma del cranio del neonato è la cosiddetta testa piatta, denominata brachicefalia e descrive l’appiattimento generalizzato di tutta la parte posteriore della testa.
Le cause, sono sempre le più varie, notevole importanza riveste la vita intrauterina (un utero fibromatoso, una pelvi con delle restrizioni di movimento non sono la stessa cosa di un utero elastico ed accogliente), del processo in sé del parto e il fatto che il neonato si nutra o meno al seno (la suzione al seno implica più sforzo per il neonato, il che facilita il riposizionamento delle ossa craniche che normalmente si sovrappongono in caso di parto naturale).
L’osteopatia biodinamica risulta utilissima in caso di brachicefalia, in quanto attraverso tocchi molto delicati, si riequilibra il cranio con il sacro, favorendo il ripristino della normale forma della testa.
#OsteopatiaBiodinamica #brachicefalia #neonato #StudiOsteopaticoGagliardi

INCONTINENZA URINARIA DA SFORZO E OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’incontinenza urinaria da sforzo, è la forma più frequente dovuta a un’insufficienza sfinterica, è causata da uno squilibrio tra la Vescica che immagazzina l’urina e l’uretra che agisce come un rubinetto e si presenta durante sforzi di diversa entità, anche quando la vescica non è piena.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di incontinenza urinaria da sforzo, in quanto, attraverso la palpazione da parte dell’operatore, si tende a liberare le restrizioni meccaniche esercitate sulle fibre nervose; liberare i tessuti dalle aderenze e far loro recuperare una certa elasticità e mobilità; ridare agli organi il loro schema fisiologico; così da riportare l’individuo in condizioni di normalità.
#OsteopatiaBiodinamica #incontinenzaurinariadasforzo #trattamenti #StudioOsteopaticoGagliardi 

L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA PLAGIOCEFALIA

Quando si parla di plagiocefalia la testa del neonato assume una forma a parallelogramma.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di plagiocefalia, in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, si tende ad ottenere un vero e proprio rimodellamento della morfologia del cranio.
#OsteopatiaBiodinamica #Plagiocefalia #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi