Archivi categoria: benefici

i benefici dell’osteopatia biodinamica

SINUSITE

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali, le cavità inserite nello spessore delle ossa craniche, a livello della radice del naso e al di sotto delle sopracciglia.
 
Le cause alla base di questo disturbo sono diverse e comprendono:
✅ reazioni allergiche;
✅ difetti anatomici dei seni paranasali (come la deviazione del setto nasale);
✅ polipi nasali;
✅ traumi del volto e patologie dei denti dell’arcata superiore.
 
In molti casi, il motivo all’origine dell’infiammazione dei seni paranasali è un’infezione batterica, virale o micotica delle vie aeree superiori (come raffreddore, influenza e sindromi parainfluenzali) o del cavo orale.
 
La sinusite causa tipicamente:
✔️ dolore al volto (in genere, sono interessate le zone sopra e sotto gli occhi, la mascella e la fronte);
✔️ congestione nasale;
✔️ rinorrea purulenta;
✔️ cefalea;
✔️ tosse con catarro;
✔️ riduzione del gusto e dell’olfatto;
✔️ malessere generale e febbre.
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di sinusite in quanto, attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si va a lavorare per migliorare il drenaggio sinusale in modo da diminuire l’infezione fino a eliminarla.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la sinusite presso il suo studio in:
📍C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "SINUSITE Studio Osteopatico Gagliardi"
 
 
 

riemergere della salute …

Durante una seduta di osteopatia biodinamica per permettere il riemergere della salute prevale l’attività parasimpatica che stimola la quiete, il rilassamento, il riposo, e l’immagazzinamento di energia.
 
Ecco perchè spesso al paziente capita di addormentarsi oppure di sentirsi completamente rilassato alla fine del trattamento.
 

IL TOCCO ..

Attraverso il tocco dell’operatore in osteopatia biodinamica c’è un incontro di due corpi fisici, ma anche di due energie, di due spazi emotivi, di due spazi “mentali”.
 
Uno parla all’altro e ognuno rivela una parte di ciò che è.

cruralgia

La cruralgia è un dolore che si irradia lungo la faccia anteriore e/o interna della coscia, ossia lungo il decorso del nervo crurale.
 
Questo disturbo può derivare da errate abitudini posturali, sovrappeso e vita sedentaria.
 
I sintomi caratteristici della cruralgia sono:
✔️ dolore alla coscia (anteriormente, cioè davanti, e/o internamente);
✔️ sensazioni d’intorpidimento, bruciore e debolezza,
formicolio.
 
La sintomatologia insorge in maniera graduale o improvvisa, soprattutto se in seguito a uno sforzo, e in un primo momento viene compromessa la sola funzione sensitiva del nervo. Si ha quindi la comparsa di dolore e di parestesie (alterazioni della sensibilità). Solo nelle fasi più avanzate si può arrivare all’interessamento della funzione motoria con deficit di forza (debolezza della gamba).
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di cruralgia, in quanto attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si tende a sfiammare il nervo crurale in modo da eliminare il dolore e recuperare la corretta mobilita.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la cruralgia presso il suo studio in:
📍C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "CRURALGIA Studio Osteopatico Gagliardi"
 
 
 

IL NOSTRO CORPO RISPECCHIA QUELLO CHE SIAMO ..

Il nostro corpo è lo specchio di ciò che siamo stati e di ciò che siamo.
 
Racconta le nostre emozioni, le nostre esperienze e tutto quello che nel corso del tempo ci ha segnato.
 
L’operatore che applica l’osteopatia biodinamica è in grado di percepire tutto quello che l’organismo trasmette, dai traumi ai fatti positivi e riesce a ricreare l’armonia che permette alla salute di riemergere.

IL TOCCO …

Il Tocco è l’elemento essenziale che caratterizza la professione dell’Osteopata.
 
Grazie al proprio tocco l’operatore può percepire, sostenere e comunicare. 
 

I BENEFICI DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA GRAVIDANZA

Il corpo della donna durante la gravidanza subisce profonde trasformazioni: la pancia cresce, la colonna vertebrale si modifica, i legamenti si rilassano a causa della nuova situazione ormonale, tutto ciò può favorire la comparsa di dolori lungo la colonna.
 
Il fisico deve attrezzarsi per “far spazio” al nascituro, deve prepararsi a sostenere con il sistema osseo e muscolare il peso crescente e naturalmente deve essere in grado di fornire al feto tutte le sostanze nutritive e l’ossigeno indispensabili alla sua crescita.
 
Fin dalle prime settimane il seno acquista volume e diventa più turgido.
Le ossa del bacino e i fianchi si allargano leggermente man mano che il bambino cresce.
La gabbia toracica si espande per la spinta dell’utero dal basso.
 
I trattamenti di osteopatia biodinamica risultano utili durante la gravidanza, in quanto attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore si tende a ripristinare strutture come ad esempio il bacino, liberandolo da blocchi e restrizioni di movimenti, così che al momento del parto saranno ridotti al minimo le tensioni dolorose provate dalla donna e facilitate le fatiche del bebè.
 
Si andrà ad agire inoltre sul diaframma, che durante i nove mesi viene compromesso dalla crescita del pancione, permettendo di migliorare la funzionalità respiratoria che aiuta la mamma a liberare le tensioni fisiche ed emotive, ad assecondare le contrazioni, alleviare il dolore e ossigenare l’organismo che quindi lavorerà in modo più efficace.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per
la gravidanza presso il suo studio in:
📌 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲 🖲 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
#OsteopatiaBiodinamica #gravidanza #trattamenti #StudiOsteopaticoGagliardi

L’ASCOLTO IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

Attraverso l’ascolto l’operatore che applica l’osteopatia biodinamica percepisce i movimenti della sfera cranio-sacrale ma un osservatore esterno non vedrà alcun movimento della mano dell’operatore o dei tessuti del paziente.

Tutto è nella sensazione, nel segreto di ciascuna delle parti implicate, paziente e osteopata.

#OsteopatiatiaBiodinamica #ascolto #StudioOsteopaticoGagliardi

IL CONTATTO IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’operatore che effettua il trattamento di osteopatia biodinamica entra in contatto profondo con il sistema del ricevente.

Attraverso il contatto l’osteopata percepisce in modo sottile ciò che il corpo del paziente vuole comunicare ed esprimere.

Questa condizione di accoglienza, permette ai tessuti della persona che si sottopone alla terapia distendersi, di aprirsi e di raccontare la loro storia.

In questo modo inizia il processo di auto-guarigione che permette alla salute di riemergere.

#OsteopatiaBiodinamica #trattamento #contatto #Salute #StudioOsteopaticoGagliardi

OSSERVAZIONE IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’Osservazione in osteopatia biodinamica è un momento Sacro in cui la persona, davanti all’operatore, si spoglia delle sue vesti e si mostra per quello che è.

È un passaggio delicato e allo stesso tempo importante sia per l’assistito che per l’osteopata: l’assistito percepisce su di sé gli occhi attenti del suo operatore in questo momento di silenzio, cercando inconsciamente di nascondere, per quanto possibile, asimmetrie e piccoli “difetti”.

Il terapeuta, da parte sua, è chiamato a una condizione di neutralità, in cui lo sguardo dovrà posarsi oltre il velo dell’apparenza e cogliere le informazioni essenziali in breve tempo e contemporaneamente restare in ascolto al suo interno, quindi in una modalità ricettiva, per non perdere quella centratura che lo radica nel momento Presente e che lo eleva dal chiacchiericcio mentale giudicante.