L’IMPORTANZA DELLA CONNESSIONE IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

Il trattamento osteopatico biodinamico avviene mediante un’accurata valutazione da parte dell’operatore, il quale parte dai movimenti dei tessuti e dei fluidi corporei, concentrandosi prevalentemente su colonna, cranio e ventre.

In questa valutazione si crea una sottile ma fondamentale connessione tra osteopata e paziente che si riconnetterá con le strutture embriologiche originarie che gli consentiranno di attivare un processo di autoguarigione con la riorganizzazione dei disequilibri presenti.

 

OSTEOPATIA BIODINAMICA UTILE PER CHI PRATICA SPORT

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per chi pratica sport.

Questo tipo di terapia oltre ad aiutare a prevenire tutte le condizioni infiammatorie che possono derivare da un infortunio, gioca un ruolo fondamentale anche in campo riabilitativo post-traumatico, i trattamenti osteopatici  biodinamici infatti, si conciliano molto bene nell’iter medico e fisioterapico per il completo recupero funzionale dell’atleta.

Attraverso tocchi molto delicati l’osteopata è in grado di migliorare:

  • la mobilità articolare;
  • l’elasticità muscolare;
  • la postura.

Il dottor Gianluca Gagliardi, osteopata e terapista della riabilitazione, effettua i trattamenti di osteopatia biodinamica presso il suo studio in:

📍 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o in alternativa inviare un messaggio in chat
.

LO STATO DI NEUTRO IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’osteopata sostiene l’organismo nel ricreare una continuità della comunicazione all’interno del sistema del paziente, accompagnandolo verso uno “stato di Neutro”, consentendo così alle forze auto regolatrici della persona di fare il resto, eliminando le lesioni o trasformandole in qualcosa di meno dispendioso per il sistema.

In questo modo l’operatore consente il ripristino della salute.

 

 

 

OSTEOPATIA BIODINAMICA PER ESOFAGITE DA REFLUSSO

Si parla di esofagite da reflusso quando avviene la risalita dei succhi gastrici e duodenali nell’esofago, responsabili dell’irritazione e infiammazione delle pareti dell’organo, la cui mucosa non è adatta a resistere al contatto con sostanze acide.

Il dolore e la pirosi compaiono di solito dopo aver mangiato e si accentuano nelle ore notturne.
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per questa disfunzione, in quanto, attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si va prima di tutto a individuare la causa che l’ha scatenata, successivamente si trattano le tensioni a livello del cardias in modo da allentarle, aiutando  a ritrovare l’equilibrio e a ripristinare la corretta motilità degli organi.
 
Il dottor Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per l’esofagite da reflusso presso il suo studio in:
📍 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲📩 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o in alternativa inviare un messaggio in chat.
 

IL SISTEMA CRANIO SACRALE

Si tratta di un sistema idraulico semichiuso attraverso il quale circola il LCR (fluido cefalorachidiano) che, a causa di un meccanismo di produzione e riassorbimento, provoca un movimento di espansione e ritrazione in tutto il corpo che l’operatore può percepire tramite la palpazione manuale.

Il funzionamento di questo sistema garantisce l’integrità del sistema nervoso centrale (SNC) in condizioni normali, tuttavia alcuni stati patologici possono alterarlo e portare l’individuo a dei disordini che mettono in compromesso la propria salute.

Attraverso l’osteopatia biodinamica si ripristina la corretta funzionalità di tale sistema e si riporta in superficie la salute.