SINDROME DELL’EGRESSO TORACICO E OSTEOPATIA BIODINAMICA

Per sindrome dell’egresso toracico (SET) si intende dunque qualsiasi condizione che conduca a una riduzione del calibro dell’egresso toracico tale da risultare in una compressione o dislocazione anatomica a carico delle strutture vascolari e/o nervose che lo percorrono.

Le cause legate a questo disturbo sono quasi esclusivamente di origine intrinseca e possono avere genesi differenti:
 congenita: rappresentata principalmente da presenza di strutture che in genere non dovrebbero essere presenti;
 acquisita: trauma che altera la corretta conformazione della prima costa o della clavicola, tensionamento dei tessuti molli come i muscoli scaleni, del muscolo succlavio, dei legamenti sterno-costo-clavicolari o la presenza di neoformazioni.

La maggior parte dei pazienti presenta sintomi quali intorpidimento e dolore dell’arto superiore e/o dolore al collo, nella regione sottomandibolare e pesantezza nella regione scapolo-omerale. Altri sintomi sono rappresentati da parestesie dell’arto superiore, edema dell’arto superiore, diminuzione della forza nella presa e infine freddezza dell’arto superiore.

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di sindrome dell’effetto toracico, in quanto, attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore si tende a ridurre le pressioni e le tensioni dei muscoli interessati così da far sparire completamente la sintomatologia.

📍 Il Dott. Gianluca Gagliardi, osteopata e terapista della riabilitazione, effettua trattamenti di osteopatia biodinamica per la sindrome dell’egresso toracico presso il suo studio ad Ascoli Piceno, in C.so Vittorio Emanuele n. 2.

📲 🖲 Per appuntamenti chiamare al 3395613188 o in alternativa inviare un messaggio in chat.

#OsteopatiaBiodinamica #sindromeegressotoracico #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi 

 

Rispondi