differenze tra ernia del disco e protruziosione discale

Ernia del disco e protrusione discale sono due problematiche che riguardano il disco intervertebrale.

L’ernia del disco consiste nella fuoriuscita del suo nucleo polposo dalla sua normale sede, ossia dalla parte centrale situata all’interno del disco.

Può essere provocata da un’improvvisa sollecitazione o da trauma, come un incidente o semplicemente un movimento sbagliato, come il sollevamento di un peso.

Quando il nucleo esce dalla sua sede va quasi sempre a schiacciare la radice del nervo che nasce dal midollo spinale, determinando una compressione nervosa molto dolorosa.

A differenza dell’ernia discale in caso di protrusione il contenuto del nucleo non va incontro a fuoriuscite.

Il disco intervertebrale risulta sfiancato con uno spostamento del nucleo oltre la sua sede naturale, l’anulus fibroso in questo caso però è integro ed evita il riversamento del materiale all’esterno.

Si tratta di protrusione discale quindi, quando il nucleo spinge e deforma l’anulus fibroso del disco ma senza romperlo.

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile sia in caso di ernia del disco che in caso di protrusione discale; in quanto, attraverso palpazioni molto delicate da parte dell’operatore, si tende a diminuire la compressione e l’infiammazione provocate dalla fuoriuscita del nucleo per quel che riguarda l’ernia, e ad alleviare la tensione dove la colonna è divenuta rigida, permettendo al tratto colpito di tornare a funzionare correttamente per quel che concerne la protrusione discale.

Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per
l’ernia del disco e per la protrusione discale presso il suo studio in:
📌 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.

📲 🖲 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.

#OsteopatiaBiodinamica #erniadeldisco #protrusionediscale #trattamenti #StudiOsteopaticoGagliardi 

L’ABILITÁ DELL’OPERATORE CHE APPLICA L’OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’operatore che applica l’osteopatia biodinamica mette in atto principalmente tre abilità sviluppate:
1️⃣ ascolto, percepisce i segnali del corpo rimanendo neutrale, senza interferire con la libera espressione dell’organismo;
2️⃣ contenimento, da una qualità di ascolto accoglie le manifestazioni verbali e corporee dandogli il dovuto “spazio”, in modo che l’esperienza della seduta possa risultare costruttiva;
3️⃣ orientamento, guarda alle risorse e non ai limiti, orienta il paziente alle sue risorse interne in modo da lasciargli degli strumenti che nutrano la sua autonomia e la sua stabilità.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER L’OTITE

L’otite è un’infiammazione acuta o cronica dell’orecchio.
 
Tale disturbo può avere un’origine virale o batterica con decorso acuto o cronico.
 
Il sintomo principale è generalmente il mal d’orecchio accompagnato dall’arrossamento del padiglione auricolare e prurito intenso.
 
Attraverso le sedute di osteopatia biodinamica si tende a liberare la tromba di Eustachio evitando il ristagno del liquido, la propagazione di virus e batteri e l’espandersi dell’infiammazione.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per
l’otite presso il suo studio in:
📌 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
 
📲 🖲 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
#OsteopatiaBiodinamica #otite #trattamenti #StudiOsteopaticoGagliardi

IL LAVORO PROFONDO DELL’OSTEOPATA BIODINAMICA

Quando esegue il trattamento di osteopatia biodinamica l’operatore fa un lavoro molto profondo che favorisce il rilascio delle tensioni del sistema nervoso centrale e la mobilità dei tessuti corporei, ripristinando le naturali funzioni dell’organismo a livello fisico, emozionale ed energetico.
 
#OsteopatiaBiodinamica #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi

IL TRATTAMENTO DI OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA SCIATALGIA

Per sciatalgia si intende l’infiammazione del nervo sciatico che può irradiarsi su uno o su entrambi i lati.
 
La causa tipica di questa condizione è la compressione, con effetti irritativi, del nervo o delle sue radici a livello spinali.
 
Spesso, oltre a dolore, la sciatalgia è responsabile anche di altri sintomi, quali: formicolio, intorpidimento, debolezza muscolare e difficoltà di movimento.
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per il trattamento di tale patologia, in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, si tende ad allentare la compressione del nervo riducendo di conseguenza l’infiammazione, così da far sparire il dolore e recuperare la corretta mobilità.
 
Il Dott. Gianluca Gagliardi, osteopata e terapista della riabilitazione, esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la sciatalgia presso il suo studio in:
📌 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.
📲 🖲 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.
 
#OsteopatiaBiodinamica #sciatalgia #trattamenti #StudiOsteopaticoGagliardi

SINUSITE E OSTEOPATIA BIODINAMICA

La sinusite è causata da un infiammazione virale o batterica della mucosa che riveste i seni paranasali (cavità scavate all’interno delle ossa del cranio e del volto, intorno al naso e agli occhi, che comunicano con le cavità nasali).

Le cause che possono portare all’insorgere di questo disturbo possono essere di vario genere, partendo da quelle di origine infiammatoria fino ad arrivare a quelle puramente strutturali. Un semplice raffreddore o un’allergia non controllata possono favorire la sua insorgenza.

Oltre che da fattori puramente infettivi e virali, la sinusite può dipendere anche da altri elementi che favoriscono il ristagno del muco nella cavità nasale e nei suoi setti, basti pensare infatti che delle anomalie nella struttura del naso e dei traumi subiti precedentemente rendono le persone particolarmente soggette a questo tipo di malattia.

I sintomi più comuni di tale patologia sono l’ostruzione respiratoria nasale, con abbondante secrezione nasale catarrale (di aspetto trasparente nell’infezione virale) o purulenta (di aspetto giallo verdastro nell’infezione batterica), la cefalea o il dolore localizzato prevalentemente a livello frontale.

Nelle forme batteriche può comparire anche febbre e riduzione dell’olfatto (iposmia). Quando i disturbi durano meno di 2-3 settimane, si parla di sinusite acuta, se si protraggono più a lungo (un paio di mesi o oltre), la sinusite è definita cronica.

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di sinusite in quanto, attraverso tocchi delicati da parte dell’operatore si tende a ristabilire il corretto equilibrio delle ossa craniche e delle prime vertebre cervicali, al fine di favorire una corretta circolazione sanguigna e linfatica così da migliorare il drenaggio dei seni nasali e paranasali, e diminuirne di conseguenza la congestione e l’infiammazione.

Il Dott. Gianluca Gagliardi osteopata e terapista della riabilitazione esegue trattamenti di osteopatia biodinamica per la sinusite presso il suo studio in:
📌 C.so Vittorio Emanuele n. 2, Ascoli Piceno.

📲 🖲 Per appuntamento chiamare al 339.5613188 o inviare un messaggio in chat.

#OsteopatiaBiodinamica #sinusite #trattamenti #StudiOsteopaticoGagliardi