OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA BORSITE CALCANEARE

Nel calcagno, la borsa sinoviale serve a impedire l’attrito tra il tendine di Achille e l’osso. Quando questa si infiamma, parliamo di borsite del calcagno o del tallone, oppure retrocalcaneare.
 
Il sintomo principale è il dolore, insieme a rossore e gonfiore della zona interessata. A diversi gradi di infiammazione corrisponde una diversa intensità del dolore, ma sicuramente questo peggiora durante la camminata, quando si effettuano movimenti della caviglia o alla palpazione.
 
Tale disturbo può essere causato da diversi fattori:
patologie concomitanti come quelle reumatiche, la spina calcaneare, il piede cavo o il morbo di Haglund;
l’utilizzo di calzature o plantari non adatti o troppo usurati;
allenamenti sportivi troppo intensi o eseguiti in maniera sbagliata, che sottopongono piede e caviglia a traumi ripetuti. Chi pratica sport in cui si corre molto, specialmente su terreni duri, può essere più soggetto a questa patologia;
altre problematiche podologiche o posturali come supinazioni o pronazioni, posteriorizzazione del peso corporeo, disgregazione del tessuto adiposo del tallone che si abbassa e non riesce più ad ammortizzare adeguatamente (questa condizione rimane spesso trascurata ed è riconoscibile dalla formazione di “pallini bianchi” intorno al tallone).
 
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di borsite calcaneare in quanto, attraverso leggeri tocchi da parte dell’operatore si tende a diminuire il gonfiore calmando di gran lunga il dolore così da recuperare la movimentazione corretta.
 
📌 Il Dott. Gianluca Gagliardi, osteopata e terapista della riabilitazione, effettua trattamenti di osteopatia biodinamica per la borsite calcaneare presso il suo studio ad Ascoli Piceno, in C.so Vittorio Emanuele n. 2.
 
📲 Per appuntamenti chiamare al 3395613188.
 
#OsteopatiaBiodinamica #borsitecalcaneare #StudiOsteopaticoGagliardi

Rispondi