COME AVVIENE UNA SEDUTA DI OSTEOPATIA BIODINAMICA

Il paziente si distende sul lettino e l’operatore appoggia delicatamente le mani sul cranio.

Il contatto è leggero e morbido, le mani dell’osteopata sembrano galleggiare sui tessuti. Egli è consapevole dell’area che sta toccando, ma anche dell’intero corpo della persona e dello spazio che la circonda.

L’operatore di osteopatia biodinamica è capace di percepire i dinamismi fluidi che si manifestano come un respiro lento che pervade l’intero organismo e viene definito respirazione primaria.

Quando il sistema della persona si sente intimamente accolto e ascoltato, un’intenzione di guarigione viene in primo piano.

#OsteopatiaBiodinamica #trattamento #StudiOsteopaticoGagliardi

Rispondi