L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER L’ERNIA CERVICALE

L’ernia cervicale consiste nella fuoriuscita di materiale gelatinoso dal nucleo polposo di un disco intervertebrale situato nel tratto cervicale. A seguito dell’erniazione, si viene a formare una sorta di protuberanza del disco intervertebrale che comprime le radici nervose dirette ad un braccio e/o il midollo spinale.
L’osteopatia biodinamica, risulta molto utile in caso di ernia cervicale, in quanto, attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a ridurre la pressione sulla radice del nervo, diminuendo anche di gran lunga l’infiammazione e l’edema così da far scomparire di conseguenza il dolore.
#OsteopatiaBiodinamica #erniacervicale #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

Rispondi