SILENZIO E OSTEOPATIA BIODINAMICA

‘La pratica del silenzio è un obbligo e una disciplina per l’osteopata.
Bisogna superare l’irrequietezza mentale, mettendo da parte ogni cosa “esteriore”…
Solo allora si entra per qualche istante in se stessi per raccogliere la direzione e la luce della Respirazione Primaria dall’Orizzonte al centro della Linea Mediana, dove le essenze di tutte le idee spirituali, mentali e materiali, che costituiscono la sua esistenza, convergono in una combinazione armoniosa.
È evidente che la pratica del Silenzio è essenzialmente passiva. Per ricevere, è necessario essere tranquillo, e la mente deve essere immobile …
Il periodo di silenzio può durare solo per pochi secondi, dal punto di vista umano. La durata non è importante. Solo un secondo di vero Silenzio, a livello del Sé è sufficiente per la manifestazione di una Forza Vitale e di una conoscenza infinita che, senza essere percepita immediatamente, si svilupperà in mille modi nella vita cosciente …
#OsteopatiaBiodinamica #Silenzio #Osteopata #StudioOsteopaticoGagliardi

Rispondi