L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA DORSALGIA

La dorsalgia è un disturbo raro, rappresenta il 10% dei mal di schiena. A essere interessate sono le 12 vertebre toraciche, o dorsali, in gran parte delle quali si articolano le costole e si inseriscono alcuni fasci del diaframma, il muscolo essenziale per la respirazione.
Inibisce i movimenti e costringe a volte ad una respirazione affannosa. Soprattutto la notte riesce molto difficile trovare una posizione che consenta di riposare.

Le cause della dorsalgia, oltre alla postura scorretta, possono essere diverse: alterazioni osteoarticolari a livello vertebrale (sia dorsale che cervicale); – osteoporosi (tessuto osseo rarefatto); – traumi (fratture); – spondiloartrite (infiammazione); – deformità strutturali (scoliosi e cifosi); – neoplasie; – stress (ansie e preoccupazioni psicologiche); – eccesso di peso.

In alcuni casi la dorsalgia può avere un’origine viscerale o neurologica e non serve la rieducazione posturale (può rappresentare la proiezione a distanza di un problema ad organi come cuore, stomaco, esofago, ecc).

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile nel trattamento della dorsalgia, in quanto attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a ripristinare il corretto movimento, favorendo la normale respirazione.
#OsteopatiaBiodinamica #dorsalgia #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

Rispondi