OSTEOPATIA BIODINAMICA PER BRUXISMO

BRUXISMO
#puntodivistaosteopatico
La parola bruxismo deriva dal greco e significa letteralmente “digrignare i denti”.
In medicina il bruxismo rientra nei disordini temporo-mandibolari cioè strofinare l’arcata dentale superiore con quella inferiore con un movimento simile a quello che si compie quando si mastica il cibo. Il fenomeno si verifica specialmente durante il sonno ed è un disturbo che viene definito come una parafunzione, ovvero un’azione che viene compiuta senza che abbia uno scopo ben preciso. E’ una condizione abbastanza diffusa nella popolazione, si stima che circa il 10 – 20% dei soggetti abbia sofferto di bruxismo una volta nella vita, e solitamente coloro che ne soffrono sono inconsci del problema, ovvero non si accorgono che stanno digrignando i denti durante il sonno.
Questo fenomeno è esteso sia nella popolazione maschile sia in quella femminile ed è inoltre frequente nei bambini. Può anche essere inserito nei disturbi del sonno al pari dell’insonnia. Vediamo come si manifesta.
Il fenomeno del bruxismo può essere distino in diurno e notturno, il primo accade molto raramente e il soggetto è cosciente e si accorge che sta digrignando i denti, mentre il secondo tipo è quello più frequente ed è di tipo inconscio. Il bruxismo notturno è tipico della prima fase del sonno e ogni episodio può durare per una decina di secondi ripetendosi più volte nell’arco della stessa notte.
L’osteopatia biodinamica risulta un rimedio molto efficace, in quanto, attraverso la sua tecnica delicata agisce sui muscoli e sulle ossa del viso e del collo, allentando le tensioni e ripristinando la biomeccanica mandibolare, alleviando di conseguenza i sintomi da esso derivanti, come mal di testa, dolori articolari alla mandibola, dolori all’orecchio..
#osteopatiabiodinamica #bruxismo #StudioOsteopaticoGagliardi
bruxismo

Rispondi