I BENEFICI DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO

#‎puntodivistaosteopatico‬
La sindrome da reflusso gastroesofageo (GERD) è una condizione clinica caratterizzata da reflusso del contenuto gastro duodenale nell’esofago di entità e frequenza rilevante tale da causare lesioni della mucosa esofagea.
I meccanismi fisiopatologici alla base della GERD sono molteplici e includono riduzione del tono dello sfintere esofageo inferiore (LES), rilassamenti transitori del LES, ridotto clearing esofageo, alterato svuotamento gastrico e ridotta salivazione.
Lo scopo del trattamento osteopatico consiste nel rinforzare e rilassare la giunzione gastro-esofagea, attraverso l’induzione concentrata in questa zona e di aprire qualsiasi fissazione fibromuscolare della giunzione e delle strutture circostanti.
La tecnica osteopatica biodinamica risulta molto indicata in quanto, con la sua applicazione attraverso un tocco delicato da parte dell’operatore riesce ad agire maggiormente sugli organi interni e quindi ad ottenere notevoli miglioramenti; Ascoltando l’addome, liberando, le zone di inserzioni del fegato, il piloro e lo stomaco, la giunzione gastro esofagea, agendo sulle fissazioni scheletriche importanti che persistono, come ad esempio le articolazioni costo-condriali, ed infine normalizzando le fissazioni craniche e sacrali.

Rispondi