Archivi tag: #operatore

Colui che applica l’osteopatia

L’OPERATORE BIODINAMICO INTERAGISCE CON LA SALUTE

L’operatore impara a comprendere le espressioni universali della salute per supportare la vitalità di tessuti e
fluidi.

Per interagire con la salute, l’operatore ricerca uno stato di presenza che gli permetta una percezione afferente, limitando gli stimoli indotti al sistema da un’attitudine interventista.

SU COSA SI BASA L’OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’osteopatia biodinamica si basa su un rapporto rispettoso tra l’operatore ed il paziente che ottiene un’atmosfera adeguata per far partire tutto il potenziale di guarigione e saggezza.
#OsteopatiaBiodinamica #rispetto #operatore #paziente #potenzialediguarigione #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

L’Osteopata Biodinamico

L’Operatore di Osteopatia Biodinamica opera in un ambito di presenza, di ascolto, di non giudizio e con la capacità di entrare in risonanza con i processi fisiologici del cliente e di se stesso. Egli sviluppa e affina la capacità di “ascoltare” con le mani l’espressione di lenti movimenti ritmici dentro la fisiologia corporea e di percepirne  la qualità. Attraverso questo raffinato contatto l’operatore può facilitare il libero fluire di tali ritmi soprattutto in quelle aree ove è stato reso difficoltoso da eventi che appartengono alla storia di ogni persona, come pregressi traumi, cicatrici, stati morbosi cronici, stress, promuovendone il benessere e migliorandone la qualità di vita.

COME VIENE APPLICATA L’OSTEOPATIA BIODINAMICA DA PARTE DELL’OPERATORE

L’operatore di osteopatia dinamica innanzitutto valuta i movimenti dei tessuti e dei fluidi corporei, appoggiando delicatamente le mani principalmente su cranio, sacro, colonna, caviglie, ventre, e successivamente, attraverso appropriati protocolli di trattamento, cerca di ristabilire un riequilibrio, favorendo le funzioni della linfa, dei liquidi intra ed extra cellulari e ancora cefalo-rachidiani.

L’ASPIRAZIONE DEGLI OPERATORI BIODINAMICI

L’aspirazione degli operatori biodinamici è quella di riconoscere tutte le dinamiche del condizionamento o del passato che emergono durante una sessione e di contenerle in un campo più ampio, il campo più profondo del Respiro della Vita.

Così il sistema del paziente viene sostenuto nel ri-orientarsi alla respirazione primaria. I vecchi schemi e condizioni non scompaiono, ma diventano meno importanti e meno potenti come fulcri per il cliente.

Paradossalmente, il nostro orientamento al Respiro della Vita può renderci consapevoli di transfert e di lati ombra molto rilevanti nell’osteopatia biodinamica.

Il Respiro della Vita supporta tutte le energie vitali presenti, includendo quelle consce e quelle inconsce e quello che possiamo definire o sperimentare come bontà e cattiveria. In biodinamica, entriamo in relazione con gli individui con l’intenzione di sostenere il Respiro della Vita.

Portare la nostra attenzione a questa sorgente più profonda aumenta la relazione del sistema del paziente con essa.

Aspetti della persona che erano relativamente sopiti possono essere rivitalizzati da questo processo.

 

Differenza tra medico, osteopata ed operatore di osteopatia biodinamica

il medico si adopera alla ricerca della patologia, l’osteopata all’individuazione della disfunzione, l’operatore di osteopatia biodinamica alla ricerca, nelle radici del carattere, di ciò che si lega a quell’esperienza specifica.

 

IL MODO DI APPLICARE L’OSTEOPATIA BIODINAMICA DA PARTE DELL’OPERATORE

Non tiriamo fuori nulla dal paziente e non mettiamo nulla tra noi e il paziente. Usiamo informazioni pure che provengono dal sistema nervoso e dalla biomeccanica del paziente e vengono percepite e interpretate dalla nostra MANO e dal nostro sistema nervoso. Queste informazioni vengono poi filtrate dalla nostra conoscenza accademica SCIENTIFICA per poter effettuare una correzione precisa e specifica nel rispetto del corpo del paziente.
#OsteopatiaBiodinamica #modalitàdiapplicazione #StudioOsteopaticoGagliardi

"IL MODO DI APPLICARE L'OSTEOPATIA BIODINAMICA DA PARTE DELL'OPERATORE
Non tiriamo fuori nulla dal paziente e non mettiamo nulla tra noi e il paziente. Usiamo informazioni pure che provengono dal sistema nervoso e dalla biomeccanica del paziente e vengono percepite e interpretate dalla nostra MANO e dal nostro sistema nervoso. Queste informazioni vengono poi filtrate dalla nostra conoscenza accademica SCIENTIFICA per poter effettuare una correzione precisa e specifica nel rispetto del corpo del paziente.
#OsteopatiaBiodinamica #modalitàdiapplicazione #StudioOsteopaticoGagliardi"

Cosa fa l’operatore di Osteopatia Biodinamica

L’operatore di osteopatia dinamica innanzitutto valuta i movimenti dei tessuti e dei fluidi corporei, appoggiando delicatamente le mani principalmente su cranio, sacro, colonna, caviglie, ventre, e successivamente, attraverso appropriati protocolli di trattamento, cerca di ristabilire un riequilibrio, favorendo le funzioni della linfa, dei liquidi intra ed extra cellulari e ancora cefalo-rachidiani.