Archivi tag: #benefici

i benefici derivanti dall’osteopatia biodinamica

Cos’è l’osteopatia biodinamica

L’osteopatia biodinamica è un metodo terapeutico di cura-prevenzione. Utilizzando le mani come strumento diagnostico, l’osteopata evidenzia le problematiche dell’apparato muscolo-scheletrico. Ristabilendo la mobilità e l’armonia funzionale delle articolazioni, riporta il flusso energetico allo stato ottimale.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA E’ ..

Uno “strumento” a disposizione di un percorso … Alla riscoperta di “cosa” siamo, di come funziona  il nostro corpo, del perché il nostro corpo si “lamenta”.…. Può farlo, solo attraverso il “dolore”.

Ritrovare il proprio senso di “Unità”; sapere che le “reazioni” del nostro corpo sono l’insieme di un’infinità di combinazioni tra “ambiente esterno” e “ambiente interno” dove prevalgono “schemi di priorità”.

Prendere coscienza che siamo “Energia” in continuo scambio.

COME AVVIENE LO SVOLGIMENTO DI UNA SEDUTA DI OSTEOPATIA BIODINAMICA

Una seduta di osteopatia biodinamica si svolge nella quiete e nel silenzio; la quiete è proprio un cambiamento di stato, necessario affinché le risorse di salute del corpo possano emergere e andare a contrastare e risolvere disfunzioni, disagi, problemi di vario genere. La salute non è solo il contrario della malattia, ma è uno stato profondo del corpo in cui si trova il benessere, l’apertura e la gioia.

I benefici dell’osteopatia biodinamica perciò non sono solo a livello psico-fisico ma anche comportamentale: la persona ritrova le sue forze, è più tranquilla e riesce a vivere la quotidianità in maniera più consapevole e con più energie.

L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA STENOSI CERVICALE

Per stenosi cervicale si intende un restringimento del canale vertebrale cervicale, una struttura contenente il midollo spinale e l’origine delle radici spinali cervicali.
La stenosi di questo canale osseo costituito dalle vertebre cervicali e dal complesso discolegamentoso intervertebrale può essere il risultato del fisiologico fenomeno di invecchiamento della colonna (stenosi degenerativa), di condizioni anatomiche già presenti alla nascita (stenosi congenite) o di un episodio/i traumatico/i (stenosi post-traumatica).
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per il trattamento della stenosi cervicale, in quanto attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a migliorare la circolazione di un vaso sanguigno o ad allentare la restrizione del tratto cervicale, così da alleviare di gran lunga la sintomatologia.
#OsteopatiaBiodinamica #stenosicervicale #trattamento#StudiOsteopaticoGagliardi

GLI EFFETTI DI UNA SEDUTA DI OSTEOPATIA BIODINAMICA

Gli effetti comunemente riportati dopo una seduta di Osteopatia Biodinamica sono: profondo rilassamento e presenza nel corpo, sensazione di pace e armonia, stato di equilibrio del sistema nervoso autonomo, maggiore chiarezza mentale, scioglimento di tensioni e nuovi insight (intuizioni).

Si possono sciogliere blocchi o tensioni in alcune parti del corpo, anche antichi, ricomponendo l’unità del sistema biologico della persona. Si può lavorare sia con stati cronici che acuti, trattandosi di una tecnica non manipolativa, molto delicata e non invasiva.

 

OSTEOPATIA BIODINAMICA E SFENOIDE

Lavorando sullo sfenoide con l’Osteopatia Biodinamica possiamo invitare l’osso, la fascia e il cranio in generale all’espansione nella Quiete per ritrovare risorse così da poter lasciar andare dinamiche psicofisiche, traumatiche e viscerali accumulate nel tempo.

Da questa posizione di Ascolto nella zona delle grandi ali dello Sfenoide è possibile quindi aiutare il ricevente a: regolarizzare il ciclo, la tiroide, la prostata, il centro riproduttore maschile e femminile, ed aiuta inoltre a lavorare su dinamiche legata alla femminilità e al maschile.

LA PRATICA OSTEOPATICA BIODINAMICA

L’osteopatia biodinamica è una pratica di contatto profondo con il sistema della persona che ha il potenziale di facilitare la connessione con la saggezza guaritrice intrinseca del corpo. Questa disciplina opera allo scopo di preservare, consolidare e favorire lo stato di salute e benessere della persona, considerata nella sua globalità somatica: fisica, emozionale ed energetica. È un approccio che promuove la salute, cooperando con le risorse presenti nel sistema dell’essere umano.