Archivi tag: #autoguarigionecorpo

principio su cui si basa l’osteopatia biodinamica

IL CONCETTO DI SALUTE IN OSTEOPATIA BIODINAMICA

Nell’Osteopatia Biodinamica viene dato grosso rilievo al “concetto di salute”, in realtà esso rappresenta un caposaldo dell’Osteopatia sin dai tempi di Still, il quale dava grossa importanza alla salute, intesa come naturale tendenza all’auto guarigione.
Nel momento in cui si sviluppa la vita c’è bisogno di una sorta di accensione, qualcosa che si accende, e che continua a dettare nell’embrione i tempi di sviluppo. Queste forze embrionali sono molto spesso forze della guarigione, sono quelle forze che dal momento in cui si è sviluppato il sistema nervoso centrale continuano ad operare, anche nell’adulto.

Movimento Presente e Quiete in Osteopatia Biodinamica

L’Osteopatia Biodinamica meglio detta “Movimento Presente e Quiete”, è un approccio delicato, umile e rispettoso del corpo umano, in cui viene esaltata e sostenuta la capacità intrinseca dell’individuo, dell’organismo di auto correggersi, generando quindi processi di auto guarigione.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA RIATTIVA LA CAPACITA’ DI AUTOGUARIGIONE DEL CORPO

Restrizioni, blocchi o disfunzioni vengono manifestati come disturbi del ritmo e della simmetria del sistema Craniosacrale.

In risposta a traumi fisici o stress emotivi i tessuti corporei si contraggono.

Le conseguenze possono essere fisiche, come male di schiena, emicranie, problemi digestivi, ma anche emotivi, come ansie, attacchi di panico, depressioni. 

Il corpo ha la capacità di mantenere meccanismi compensatori per rispondere a traumi e malattie secondo diverse potenze, con l’applicazione dell’osteopatia biodinamica si riattiva questa capacità intrinseca dentro di noi.

L’OSTEOPATIA BIODINAMICA SECONDO SUTHERLAND

L’Osteopatia biodinamica ha come caposaldo la salute del paziente e la credenza nell’autoguarigione.
Secondo Sutherland, il meccanismo respiratorio primario dettava i tempi della salute del paziente, dettava cioè i tempi della guarigione del paziente. La salute ed il meccanismo respiratorio primario, secondo Sutherland, erano due fattori fra loro molto collegati: nella malattia, nella condizione patologica, l’Osteopatia Biodinamica continua a credere che il corpo operi una condizione di salute.

LA TECNICA OSTEOPATICA BIODINAMICA

La tecnica osteopatica biodinamica non usa manipolazioni, né impone azioni forzate, ma lavora in collaborazione con il corpo, nel rispetto dei tempi e dei modi della persona, facilitando e potenziando le naturali capacità di autoguarigione dell’organismo e promuovendo così l’armonia, il benessere e la salute.

LE ORIGINI DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’attenzione alla globalità del corpo inteso come sistema biologico coerente e auto-organizzato dà origine all’Osteopatia Biodinamica, ove il corpo e la sua biosfera diventano il centro di un meccanismo di autoregolazione universalmente presente.

L’EMBRIONE ALLA BASE DELLA CAPACITA’ DEL CORPO DI GUARIRSI

L’embrione, come archetipo di una forma perfetta, costituisce la matrice base per la capacità del corpo di guarirsi da solo. Le forze fluide formative, assemblatrici e rigenerative che organizzano lo sviluppo embrionale sono presenti per tutto l’arco della vita, pronte a cooperare mettendo in opera la loro potenza terapeutica.

In altre parole le forze dell’embriogenesi diventano le forze di guarigione dopo la nascita.

Per gli operatori OB ogni evento che avviene all’interno dell’ambito terapeutico ha un nome. Non si fa riferimento ad alcunché in termini vaghi di “energia”.