Archivi categoria: disturbi

OSTEOPATIA BIODINAMICA PER PROBLEMI DI CIRCOLAZIONE

L’apparato circolatorio o cardiovascolare umano è costituito da organi diversi che hanno il compito di trasportare fluidi (sangue o linfa) in tutto il corpo, sostenendo le cellule, la loro funzione vitale, con gli elementi necessari al loro sostentamento.
I problemi di circolazione sanguigna e linfatica possono essere di varia natura, i fattori che più influiscono nella generazione di tali problemi sono l’età, i fattori genetici, ormonali, nutrizionali, ma soprattutto lo stile di vita.
Infatti, uno stile di vita sedentario e caratterizzato da scarso movimento, magari accompagnato da un’alimentazione poco equilibrata favorisce il sorgere di problemi all’apparato circolatorio.
L’Osteopatia Biodinamica può risultare utile in caso di problemi della circolazione sanguigna, in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, si tende a ripristinare le corrette dinamiche dei fluidi fondamentali.
#OsteopatiaBiodinamica #problemi #circolazionesanguigna #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA CEFALEA CRONICA

Chiamasi cefalea cronica quel mal di testa che si ha quasi tutti i giorni e da molto tempo. Il dolore è percepito come un peso, un cerchio o una pressione, come una barra o una morsa che schiaccia il capo.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di cefalea cronica, in quanto attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore si tende a migliorare l’equilibrio pressorio tra le cavità come quella cranica, toracica, addominale o della cavità buccale, oltre a lavorare sullo scioglimento delle
tensioni a carico della porzione cervicale e della base cranica provocata dai muscoli suboccipitali che impediscono il regolare drenaggio della testa, così da calmare di gran lunga il dolore.
#OsteopatiaBiodinamica #cefaleacronica #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER IL DOLORE AI RENI

Il mal di reni il più delle volte viene confuso con il mal di schiena perché si manifesta con un dolore al fianco o nella zona lombare che spesso si estende fino al basso ventre.
Il dolore si irradia dal rene quando è in atto un’infiammazione, un infezione, quando c’è una lesione e può essere acuto, e manifestarsi all’improvviso, oppure può essere cronico.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di mal di reni, in quanto attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a togliere la pressione delle vertebre circostanti, agevolando la riossigenazione cellulare ed il ritorno venoso degli arti inferiori, così da ridurre notevolmente la sintomatologia dolorosa.
#OsteopatiaBiodinamica #doloreaireni #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

QUALI DISTURBI PUÒ TRATTARE L’OSTEOPATIA BIODINAMICA

L’osteopatia biodinamica è adatta a problemi muscolo-scheletrici, distorsioni, distrazioni, problemi agli arti superiori,inferiori e alla colonna vertebrale. Il trattamento è perfetto anche per: emicrania con aura, a grappoli, cervicalgia,  stress, ipertensione, problemi del sistema nervoso, problemi digestivi e respiratori, traumi della nascita, disturbi della vista, dell’olfatto, dell’udito, problemi del ciclo, della menopausa, stipsi, e molti altri ancora.

SINDROME DEL PIRIFORME E OSTEOPATIA BIONAMICA

La Sindrome del Piriforme è causata da un’eccessiva contrazione del muscolo piriforme che comprime il nervo sciatico nel momento in cui questo passa in profondità sotto il gluteo prima di proseguire il suo percorso verso la gamba.
Questa problematica è conosciuta anche con il termine “falsa sciatica” in quanto il dolore provocato è spesso confuso con quello causato dall’irritazione del nervo sciatico da parte di una protrusione o di un’ernia a livello lombare.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di Sindrome del Piriforme, in quanto attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a ridurre il dolore e lo spasmo muscolare del piriforme, ristabilendo di conseguenza la corretta mobilità e funzione a livello lombare e 
lungo gli arti inferiori.
#OsteopatiaBiodinamica #SindromedelPiriforme #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

OSTEOPATIA BIODINAMICA PER L’ETA’ GERIATRICA

L’osteopatia biodinamica risulta molto utile anche in età geriatrica, in quanto attraverso un tocco delicato da parte dell’operatore, migliorando il metabolismo e favorendo la circolazione sanguigna si possono risolvere svariate #patologie come #ipertensione #difficoltaintestinali #incontinenzaurinaria #problemivascolari e molto altro ancora.
#OsteopatiaBiodinamica #geriatria #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

CRAMPI AI POLPACCI E OSTEOPATIA BIODINAMICA

I crampi ai polpacci consistono in contrazioni improvvise dei muscoli del polpaccio (o anche solo di qualche fibra del muscolo), degli spasmi che, persistono intensamente per qualche secondo o anche qualche minuto, provocando un dolore acuto.
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile in caso di crampi ai polpacci, in quanto attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore si tende a decontrarre i muscoli interessati, così da alleviare di gran lunga il dolore e recuperare di conseguenza il corretto movimento.
#OsteopatiaBiodinamica #crampiaipolpacci #trattamento #StudioOsteopaticoGagliardi

L’UTILITÀ DELL’OSTEOPATIA BIODINAMICA PER LA STENOSI CERVICALE

Per stenosi cervicale si intende un restringimento del canale vertebrale cervicale, una struttura contenente il midollo spinale e l’origine delle radici spinali cervicali.
La stenosi di questo canale osseo costituito dalle vertebre cervicali e dal complesso discolegamentoso intervertebrale può essere il risultato del fisiologico fenomeno di invecchiamento della colonna (stenosi degenerativa), di condizioni anatomiche già presenti alla nascita (stenosi congenite) o di un episodio/i traumatico/i (stenosi post-traumatica).
L’osteopatia biodinamica risulta molto utile per il trattamento della stenosi cervicale, in quanto attraverso una palpazione delicata da parte dell’operatore, si tende a migliorare la circolazione di un vaso sanguigno o ad allentare la restrizione del tratto cervicale, così da alleviare di gran lunga la sintomatologia.
#OsteopatiaBiodinamica #stenosicervicale #trattamento#StudiOsteopaticoGagliardi

GONARTROSI

La Gonartrosi, o artrosi del ginocchio, spesso è secondaria (pregressi eventi traumatici o fenomeni infiammatori dell’articolazione).
Non di rado è primaria, e solo in secondo tempo, per le alterazioni prodotte dallo stesso processo artrosico, può verificarsi una deviazione in varismo o, più raramente in valgismo del ginocchio.
La sintomatologia è rappresentata da: Dolore locale, possibile atteggiamento del ginocchio in lieve flessione, pastosità ed ipertrofia dei tessuti periarticolari, versamenti endoarticolari recidivanti, ipotrofia quadricipiatele, limitazioni articolari con sensazioni di scrosci endoarticolari, zoppia di fuga.
Nelle fasi molto avanzate: ginocchio globoso, dolente, con particolarità ridotta e frequente deviazione assiale.
L’osteopatia biodinamica risulta un valido aiuto in caso di gonartrosi, in quanto, attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore, innanzitutto si interrompono e si prevengono le alterazioni artrosiche, che altrimenti proseguono in modo inarrestabile fino ad essere definitive, ed in secondo luogo si tende a rendere più sopportabile il dolore riducendolo in modo significativo e duraturo nel tempo.
#OsteopatiaBiodinamica #gonartrosi #trattamento#StudioOsteopaticoGagliardi